Le Terme di Vulcano

Si trovano a cielo aperto, libere a tutti, alle spalle del Porto di Levante, in una pozza circondata da collinette sulfuree da cui fuoriescono soffioni caldi usati sia per insufflazioni (a debita distanza e con le dovute cautele), sia per applicazioni al corpo utili, soprattutto, per chi non può o non vuole fare l'immersione nei fanghi. Questi sono una miscela di argilla con alto contenuto di zolfo micronizzato e con potere radioattivo di circa 45 millimicrocurie per litro. Il pH acido, l'alto contenuto di zolfo, la temperatura tra i 40°C e gli 80°C per il continuo afflusso di gas caldi dalle sorgenti sotterranee in comunicazione pare, col centro attivo del vulcano, assicurano la sterilità dei fanghi. In particolare, sull'isola si trovano due emergenze di acque ipertermali in corrispondenza delle quali l'acqua ed il gas, erompendo alla superficie, vengono a formare dei particolari fanghi di grande efficacia soprattutto per le malattie artreoreumatiche e, in associazione alla notevole insolazione e al clima, anche per alcuni problemi dermatologici come la psoriasi.

Patologie curabili
Malattie reumatiche e articolari:
Osteoporosi, artrosi della mano, del piede, del ginocchio e dell'anca, spondiloartrosi, fibromialgie, sindrome del tunnel carpale, spondilite anchilosante, artrite psorisiaca, reumatismi fibromiositici.
Malattie dermatologiche: Psoriasi, eczemi, orticaria, foruncolosi, acne.

Impieghi terapeutici
- Crenoterapia;
- Balneoterapia;
- Fangoterapia.