Blog Sicily Tourist - SicilyTourist - Il Portale del Turismo in Sicilia -

SicilyTourist Il Portale del Turismo in Sicilia
Select your language:
Seguici anche su:
Vai ai contenuti

Itinerari 25 aprile - 1 Maggio in Sicilia

SicilyTourist - Il Portale del Turismo in Sicilia -
Pubblicato da in Sagre & Fiere · 23 Aprile 2019


La Festa dei Fiori ad Acireale dal 27 Aprile al 01 Maggio 2019
Chi l’ha detto che il Carnevale è solo quello delle maschere classiche? Ad Acireale, in Sicilia, la sanno lunga perché qui, alle pendici dell’Etna, il centro barocco si veste a festa, si colora e si profuma per il Carnevale dei Fiori, in programma dal 27 aprile al 1° maggio
2019. La Festa dei Fiori si snoda ogni anno lungo piazza Duomo, Corso Umberto, via Paolo Vasta e Corso Savoia; sette i carri allegorici che sfilano in gran parata, resi unici da sensazionali giochi di luce e interamente ricoperti di garofani. Un Carnevale infiorato organizzato dalla Fondazione Carnevale Acireale, affiancata sempre dall’Amministrazione comunale e con il patrocinio della Regione Sicilia, che segue il più classico Carnevale di Acireale.
Anche quest’anno il programma della Festa dei Fiori è davvero ricco con mostre, mercati, la sfilata di gruppi mascherati scolastici dal Carnevale di Acireale, la presentazione dei carri infiorati e la sfilata notturna, artisti di strada e tanta buona musica.

Informazioni utili, date e orari per visitare la festa
Nome: Festa dei Fiori
Dove: Acireale (Catania).
Date: dal 27 aprile all'1 maggio 2019.



Isnello (PA) Sagra della “Frittella 29 aprile 2019
A Isnello in provincia di Palermo in occasione della Festa del SS. Crocifisso di Santa Maria, in località omonima, viene organizzata la  Sagra della “Frittella”
Da alcuni anni il comitato della festa, di sera organizza l’assaggio delle frittella (frittedda). I volontari “spicchianu” fave e piselli verdi, e cuociono la pietanza, composta da carciofi, fave, piselli e finocchi selvatici in abbondante olio di oliva locale, nelle “quadare” (grossi recipienti), nei quali “arriminano” la frittella. Una volta cotta la “frittella”, cosi ottenuta, viene distribuita, insieme al pane e a dell’ottimo vino locale, a tutti i partecipanti alla Sagra.
Il 29 aprile, giorno della festa, diversi giri per le vie principali della banda musicale e il festoso concerto in piazza Mazzini a mezzogiorno. Di pomeriggio viene suonata e cantata la Frottola (antichi Inni in lode ed onore ai Santi e al SS. Sacramento), al SS. Crocifisso. Il piccolo fercolo (varicedda), recentemente restaurato, utilizzato per la frottola è un poco più grande di quello della fiaccolata ed è adorno di spighe di grano e baccelli di fave verdi.
Le notizie sulla festa del Crocifisso del 1° maggio e sulla Chiesa non hanno un carattere rigorosamente storico ne vogliono storicizzare avvenimenti, persone e fatti che vivono nella memoria popolare e nella cronaca degli ultimi decenni, da cui ho attinto richiamando la mia memoria e parland con chi è stato più vicino agli eventi. Per Isnello, il primo maggio è, essenzialmente, la festa del Crocifisso, non la festa del Lavoro. I confrati dell’Assunta, avendo capito che il mistero della fede era quello di Gesù Cristo, hanno voluto evidenziare la loro fede con la devozione al Crocifisso e l’istituzione della festa il 1° maggio. La festa è preceduta da un’ottava di preparazione detta “Crunedda”, durante la quale si cantano e si recitano preghiere in dialetto siciliano alla SS. Passione.



Vizzini (CT) Sagra della Ricotta e del formaggio 24 e 25 oprile 2019
Giunta ormai alla sua 45° Edizione, si alterneranno tanti momenti di folklore, gastronomia e spettacoli, con la degustazione di ricotta e formaggi ed eventi in grado di far scoprire le mille facce della storia e della cultura locale di Vizzini.
La ricotta fresca è il prodotto tipico per eccellenza della città di Vizzini. La tradizione contadina locale ha sviluppato nel corso degli anni una forte specializzazione nel settore dell'allevamento degli animali da latte e della produzione di formaggi di varia natura, da quelli freschi e consumabili pochi giorni dopo la produzione, a quelli che richiedono una breve, media o lunga stagionatura.
In breve tempo la ricotta si è affermata come prodotto non solo locale, conquistando il palato di numerosi estimatori e trasformando Vizzini nella "patria" della ricotta e dei formaggi per eccellenza. Oggi la ricotta di Vizzini è conosciuta in tutta la Sicilia, e trova apprezzamento anche oltre i confini dell'Isola.
Lo straordinario successo di questi prodotti ha offerto lo spunto per la creazione di una sagra ad essi dedicata. Nata oltre 35 anni fa, oggi la «Sagra della ricotta e del formaggio» di Vizzini è diventato uno degli appuntamenti gastronomici più antichi ed importanti della Sicilia. Giunta alla trentacinquesima edizione, la Sagra attira ogni anno decine di migliaia di visitatori nel paese del Verga, ed il suo straordinario successo ha spinto gli organizzatori a portare a tre le giornate dedicate ai prodotti tipici locali derivati dal latte.



Cassibile (SR) 15° Edizione della “Festa della Fragola”
Avete mai visto una torta alla fragola di 600 kg? Se la risposta è no…non avete che da visitare la Festa della Fragola di Cassibile, in programma il 27-28-30 aprile e il 1° maggio 2019. Siamo nel territorio di Siracusa, ai piedi del margine orientale dell’altopiano Ibleo, negli splendidi spazi verdi dell’Ippodromo del Mediterraneo, per un appuntamento che coniuga enogastronomia e folklore con le immancabili corse al galoppo. La manifestazione coinvolge ogni anno più di 80.000 visitatori e prevede circa 160 stand espositivi con artigiani, commercianti e produttori provenienti da tutta la Sicilia, pronti a valorizzare le tipicità del territorio. Oltre agli spettacoli serali sono previsti stand gastronomici, la trionfale torta alla fragola di 600 Kg offerta al pubblico e intrattenimento per bambini con il pony club, l’ippoterapia, racconti e sfilate in costume. La regina della festa della fragola resta però sempre lei, quel frutto rosso che il naturalista svedese Linneo definiva “un bene di Dio” per via degli effetti depurativi, diuretici e antireumatici e che il re Sole Luigi XIV volle introdurre tra le coltivazioni dei giardini di Versailles. Un falso frutto per la verità, perché i frutti veri e propri sono rappresentati dai semi gialli sulla superficie.
Programma e Orari, l'ingresso e' gratuito:
Sabato 27 aprile
ore 16 apertura stand Area Bimbi - Area passeggiata a cavallo ore 16-20 Endas for Dance: performance di danze (palco centrale) ore 21 Spettacolo Carmelo Caccamo e Cristiano Di Stefano (palco centrale).
Domenica 28 aprile
ore 10 Apertura stand Area Bimbi - Area passeggiata a cavallo. ore 10:30 Pompieropoli Endas for Dance: performance di danze (palco centrale) - Gare di carrozze (piste) - Animazione “Le fragolose" (ingresso) ore 15 corse al trotto (piste) 2° Top Dog della Fragola concorso cinofilo (palco centrale) ore 21 Ultimo Stadio (palco centrale).
Martedì 30 aprile
ore 17 Apertura stand Area Bimbi - Area passeggiata a cavallo ore 15:30-20 Torneo di Calcetto Endas (centro sportivo del Mediterraneo) ore 17:30-20:30 Rewvolution Talent Show (palco centrale) ore 21 Uccio De Sqantis (palco centrale).
Mercoledì 1 maggio
ore 8:30-10:30 Torneco di calcetto Endas (Centro Sportivo del Mediterraneo). ore 10 Apertura stand Area Bimbi - Area passeggiata a cavallo ore 10:30 Street Band (itinerante) - Animazione Le Fragolose (ingresso) ore 15:30 Corse galoppo "Premio Città di Siracusa" (piste) ore 16 Tarante, tarantelle e tammurriate (spettacolo itinerante) ore 18:30 Distribuzione della maxi torta alle fragole (palco centrale).



Mirabella Imbaccari (CT) Sagra dell'Asparago  dal 25 al 27 aprile 2019.
Primizia di primavera e coltura d'eccellenza, una giornata all'insegna del gusto e della tradizione delle bellezze naturali, storiche nonchè gastronomici, di cui il nostro paese vanta importanti strutture di ristorazioni. Visita dei terreni del consorzio di Mirabella per ammirare la crescita di tale prodotto.
Durante la giornata possibile visite guidate presso il centro storico, Palazzo Biscari e Museo del Tombolo. Il tombolo, oggi, fiore all'occhiello del nostro comune. Pizzi e merletti racchiudono la storia d'amore degli ultimi principi Biscari,che hanno regalato al territorio un prodotto dalla bellezza impareggiabile. Omaggio ad Angelina Auteri fautrice del Tombolo a Mirabella, nato come il più importante progetto di imprenditoria femminile nel 900.
Il paese di Mirabella, fu fondato da Don Giuseppe Paternò, barone di Raddusa, nel quadro della colonizzazione interna della Sicilia. Il territorio occupa un'area prevalentemente collinare ed è caratterizzato da estese vallate e ampie pianure. La vegetazione spontanea del paese, al di fuori del centro abitato, presenta specie tipiche della macchia mediterranea. Alberi di leccio si alternano a cespugli di rosmarino, lentisco, eufhorbia. Soprattutto spiccano fichi d'India e olivastri divenuti ormai simboli della nostra isola.
Il Palazzo Biscari è il monumento più insigne costruito su un’altura a guardia del paese. In architettura barocco locale e dai balconi di ferro bombato. Il paese di Mirabella Imbaccari sia pure prevalentemente agricolo possiede tuttavia una potenziale ricchezza tipicamente locale che merita di essere attentamente seguita e incoraggiata: l’attività artigianale dei merletti a tombolo, pregio e vanto di tutte le donne del paese che a buon diritto possono fregiarsi di “maestre d’arte”.



Nessun commento

eXTReMe Tracker

Segnala Sicily Tourist ad un amico!Inserisci l'indirizzo e-mail:


Siti Consigliati:

Torna ai contenuti